Prosegue la positiva esperienza “Acque Libere” per la NDC che, dopo la prima tappa di Monate (VA) dell’Italian Open Water Tour, che l’ha vista sul secondo gradino del podio per la classifica BIG TEAM (la squadra più numerosa) e sul primo per la BEST TEAM 2500 mt, ha partecipato Domenica 15 Luglio, alla seconda tappa di Maccagno (VA), nelle acque del Lago Maggiore (che nella giornata raggiungevano una temperatura superficiale di 22°).

Da quest’anno Maccagno è una delle tre tappe italiane (Noli a Settembre sarà l’ultima), dell’Open Water World Tour 2018, un circuito internazionale di nuoto in acque libere che unisce traversate in tutto il mondo, allo scopo di stilare un rank mondiale a fine stagione.

Ben 33 gli Atleti N.d.C. presenti alla manifestazione, che ha registrato oltre 330 atleti iscritti nelle gare in programma: la Smile Swim – 2.500 mt, l’impegnativa Hard Swim – Traversata dei castelli6.000 mt, e la staffetta 3 x mezzo miglio marino (925 mt).

 

La suggestiva “Traversata dei Castelli”, con i suoi 6 km, ha visto la partecipazione di quattro atleti NDC (Andrea Gadda, Damiano Negri , Giacomo Piantanda e Nicola Spreafico), che hanno avuto la possibilità di attraversare il Lago Maggiore in tutta sicurezza, grazie ad una adeguata preparazione invernale e ad un eccellente servizio di sicurezza messo a disposizione dagli organizzatori, in uno dei suoi punti più suggestivi delle acque lacustri varesotte e di godersela circumnavigando i Castelli di Cannero in uno scenario davvero unico.

Ricordiamo che oltre alle varie specialità, ci sono anche due diverse categorie a cui partecipare: la “Natural” o “A Crudo” (coloro che usano il costumino tradizionale) e la classifica generale distinta tra uomini e donne, con o senza Muta.

 

L’atmosfera che si “respira” in queste manifestazioni Open Water è molto piacevole e rilassata anche se, all’entrata in acqua, l’agonismo, la concentrazione e la competizione insita in ogni Alteta “viene a GALLA”, ma quello che accomuna i partecipanti è la voglia di stare insieme, godersi panorami altresì impossibili da vedere a terra, condividendo un’esperienza unica, dove all’arrivo è d’obbligo rifocillarsi non solo di acqua, ma anche di buona birra, seguendo il motto delle manifestazioni: SWIM IS LIKE A BEER…SMALL IS ILLEGAL!

 

Di seguito i risultati più significativi degli atleti legnanesi, ricordando che i risultati di società si ottengono sempre con il contributo di tutti e che lo spirito che contraddistingue la società Legnanese è la partecipazione alle gare senza mai eccedere nell’agonismo esasperato:

 

Classifica “natural” femminile 2,5 Km: 1° classificata Parini Daniela con il tempo di 44’45”, che le ha valso l’11° posto nella classifica generale femminile della stessa specialità (40 atlete partecipanti)

Classifica generale maschile 2,5 Km: 6° classificato Piantanida Giacomo con il tempo di 37’07” (62 atleti iscritti)

Classifica generale maschile 6 Km: 32° classificato Spreafico Nicola con 1 ora 35’39” di percorrenza (93 atleti iscritti)

Classifica generale staffetta 900×3: 7° classificato il team composto da Gadda Andrea, Piantanida Giacomo, Spreafico Nicola con il tempo di 45’16” (28 team iscritti)

Classifica femminile staffetta 900×3: 3° classificato il team Lattuada Sabrina, Leonora Silvia, Manzoni Greta con 1 ora 3′ 11″ e 4° classificato il team Parini Daniela, Brusegan Silvia, Cittadini Monica con 1 ora 3’11” (5 team iscritti)

Classifica BEST TEAM SMILE SWIM 2.500 mt: N.D.C. 1° classificata (confermando il primo posto ottenuto a Monate)

Classifica BIG TEAM (squadra che ha portato più atleti al traguardo): N.D.C. 1° classificata (62 squadre iscritte)

In http://italianopenwatertour.com/classifiche-maccagno-2018/ tutti i risultati dalla manifestazione.

 

Particolare soddisfazione per il “giovane atleta” NDC , Bruno Forni che, il giorno del suo 70° compleanno, chiude la 2.500 metri in 48’09”, classificandosi 38° nelle classifica generale, ma unico atleta delle sua età a partecipare alla manifestazione

Buon Compleanno Brunello, da tutta la tua NDC, esempio per tutti noi , di longevità sportiva ma soprattutto di attaccamento alla società e alla squadra.